Wellness Bike
Wellness Bike
Podcast #27 - Con la Wellness bike eviti il dolore al bacino
Loading
/

E adesso, avanti tutta con l’argomento di oggi e cioè, i dolori causati da una sbagliata postura e un eccessivo sfregamento delle parti del basso bacino causati dalla guida della bicicletta per tempi lunghi.

Il dolore al bacino può essere sintomo di una varietà di condizioni, tra cui neuropatia pudendo, rotazione eccessiva del bacino e lesioni secondarie alla schiena e alle ginocchia. Durante la guida, le ossa del sedere dovrebbero sostenere la maggior parte del peso. Queste sono sporgenze ossee più vicine alla seduta.

La nevralgia del pudendo provoca dolore al bacino
Un motivo comune per questo è la prolungata posizione seduta, ma ci sono molte altre cause. Sedersi in sella può irritare il nervo pudendo, che fornisce funzioni motorie e sensoriali ai muscoli del pavimento pelvico e al perineo. Mentre la nevralgia del pudendo è rara, sedersi in sella può portare a dolore pelvico. Il dolore in quest’area è spesso causato anche da un eccessivo rimbalzo dell’anca, che può causare dolore al pavimento pelvico.

Anche l’inclinazione in avanti provoca dolore al bacino
L’inclinazione posteriore/in avanti del bacino, una posizione di guida comune, fa apparire la parte bassa della schiena vuota e le ossa della seduta perdono il loro allineamento. In una posizione di guida correttamente allineata, dovresti inclinarti in avanti sull’anca, non sull’osso pubico. La causa dell’inclinazione anteriore può essere l’adattamento della sella, ma può anche essere dovuta a flessori dell’anca stretti o a una schiena debole.

Rotazione eccessiva del bacino
Se sei una donna in sella a una bicicletta, potresti chiederti come sedersi correttamente. La ragione di ciò è perché la rotazione eccessiva pelvica, nota anche come inclinazione posteriore/in avanti, estrae la struttura di supporto del busto dai muscoli addominali e dorsali. Ciò provoca dolore al bacino e alla schiena, nonché al collo e alle gambe. Ecco alcuni modi per guidare correttamente evitando il dolore pelvico:

Innanzitutto, il corpo deve essere correttamente allineato durante la guida. È fondamentale che le ossa del sedere assorbano la maggior parte del peso del corpo. Le ossa denominate “Sit Bones” (ossa del sedile) sono le sporgenze ossee più vicine alla sella. Le ginocchia dovrebbero essere parallele alla sella e non volare oltre le dita dei piedi durante la discesa. Inoltre, tieni le spalle indietro e guarda in alto durante la guida. Ciò ridurrà la pressione sulla colonna cervicale superiore.

Se avverti dolore pelvico, potresti non essere consapevole del fatto che la sella può esercitare molta pressione sulle tuberosità ischiatiche. Questa prominenza ossea è un sito comune di restrizione del tessuto connettivo. Questa pressione provoca dolore pelvico. Per prevenire il dolore pelvico, prova a regolare la sella in modo da poterti sedere comodamente in posizione eretta. Per alcuni, guidare con una sella più alta ridurrà la possibilità di dolore pelvico ma per altri converte il dolore pelvico in dolore alla schiena perché una sella più alta significa doversi curvare in avanti per poter afferrare il manubrio.

Il tuo sedile dovrebbe essere adattato correttamente al tuo corpo e distribuire il peso in modo uniforme. Se guidi su una superficie piana, senti le ossa del sedere. Al contempo, evita le imbottiture che ridistribuiscono il peso alle gambe e al bacino. L’imbottitura può anch’essa causare dolore ridistribuendo il peso ai tessuti sensibili tra le gambe.

Lesioni secondarie alla schiena o alle ginocchia
La posizione seduta esercita un’enorme pressione sulla schiena e sulle ginocchia e i carichi puntuali sulle tuberosità ischiatiche possono portare alla compressione dei tessuti molli, lesioni secondarie alla schiena e alle ginocchia e traumi genitali maschili. Inoltre, la posizione può compromettere la vascolarizzazione e causare problemi ai rotatori dell’anca e al nervo cutaneo femorale posteriore.


Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza sulla nostra piattaforma online.

Play Video